La gonna

La gonna

La gonna è il capo più semplice da utilizzare per riparare il corpo dal freddo; ecco perché le sue origini risalgono a tanti anni fa durante le civiltà mesopotamiche. Inizialmente era un capo indossato sia dagli uomini che dalle donne. Solo più avanti con lo sviluppo della cultura occidentale diventerà un indumento tipico per le donne. Sono molteplici i modelli di gonne che possono essere indossati dalle donne a seconda della loro fisicità e delle occasioni.  Gonna a campana Tra tutti i modelli, la gonna a campana è quello più femminile. Può essere utilizzata in qualsiasi occasione ed è adatta a qualsiasi fisicità. In particolare, valorizza le donne caratterizzate da una vita molto sottile  Gonna a tubino Questo modello di gonna è un grande classico. E’ molto elegante soprattutto nella sua versione aderente. Si utilizza con la vita molto alta e l’orlo arriva a metà ginocchio. Questo tipo di gonna è nota per valorizzare le forme della donna e per essere molto sexy.  Gonna a palloncino La gonna a palloncino è un modello piuttosto simpatico ma sempre molto femminile. E’ aderente in vita e poi si allarga proprio come un palloncino. Può essere di svariate lunghezze ed è nota per mettere in risalto coloro che hanno le gambe sottili. Inoltre, coloro che hanno poche forme potrebbero indossare questo modello per aumentare la propria femminilità. Sconsigliata invece per coloro che hanno i fianchi un po’ più voluminosi che sarebbero accentuati ancora di più dalla forma di questo modello  Gonna a portafoglio E’ un modello molto comodo che si adatta a tutte le fisicità a seconda del tipo di incrocio. Per le donne più minute è consigliato un incrocio piuttosto voluminoso e asimmetrie accentuate.  Minigonna Questo modello possiamo definirlo “pericoloso” perché è importante utilizzarlo se si ha  l’età giusta e il fisico giusto, altrimenti si rischia di essere fuori luogo e di fare uno scivolone di stile. E’ perfetta per coloro che hanno una fisicità minuta e gambe sottili.   Gonna a pieghe Gonna che si abbina a tutte le fisicità perché è in grado di trasformare i punti di debolezza in punti di forza. Per coloro che sono più magre, questo modello va a riempire le forme. Per le donne che sono più in carne, invece, questo modello è adatto perché si adagia sul corpo senza segnare eccessivamente.  Quale spacco scegliere? Lo spacco è un dettaglio molto importante della gonna, e può essere centrale, laterale o posteriore e può avere una lunghezza differente a seconda del modello. Chi ha delle belle gambe da mostrare potrebbe osare un’apertura centrale o laterale. Le donne invece che preferiscono non mostrare troppo le loro ginocchia, potrebbero optare per lo spacco posteriore.  Durante il giorno, l’apertura non dovrebbe essere più alta di metà coscia per non esagerare ed è sempre meglio indossare delle calze coprenti. di sera, invece, la calza può essere più leggera che copra un po’ di meno. 

Speriamo che il nostro Post ti possa aiutare nella creazione di un look su misura per te.

Se ti è piaciuto e non vuoi perderti aggiornamenti e post seguici sui social!

Tags: ,
Leave your comment
Comment
Name
Email